Nei giorni scorsi sono stati identificati cinque minori (di età compresa tra i 14 e i 16 anni) ritenuti responsabili di aver colpito una decina di giorni fa con un sasso di circa 10 chili lanciato dal cavalcavia di Volvera lungo la Torino Pinerolo, un lavoratore di Piossasco che tornava a casa. L'uomo, a bordo di una Toyota Yaris, stava rientrando a casa a Torino dopo una giornata di lavoro. Il masso si conficcava all’interno del cofano, rimanendo incastrato tra il fanale anteriore destro e il motore.

La pattuglia della Polizia Stradale intervenuta sul posto accertava, sempre sulla stessa carreggiata, la presenza di una seconda pietra di circa 4 chili e altri sassi di piccole e medie dimensioni.

I cinque minorenni sono tutti residenti nei dintorni di Volera.

Durante le indagini si veniva a conoscenza che il “lancio sassi” si era ripetuto nelle due giornate successive (17-18 novembre 2020), sempre nel medesimo tratto autostradale, tra le uscite di Gerbole di Volvera e None. I ragazzi  sarebbero dediti a stazionare nelle vicinanze dei cavalcavia autostradali, raggiungibili facilmente con le biciclette. I fermati sono stati segnalati anche per il consumo di cannabis

Galleria fotografica

Articoli correlati