Dopo le polemiche in Consiglio comunale sono partiti ieri mattina, 3 dicembre, i corsi di lingua araba organizzati dall'associazione Rivalta Viva. Proprio la scelta della domenica ha provocato qualche mugugno tra i banchi dell'opposizione, ma da Palazzo civico stemperano le frizioni: «Partendo così tardi era l'unico giorno disponibile». Alla prima lezione nella sala comunale di Pasta ( i locali sono stati concessi gratuitamente e i corsi sono completamente autofinanziati da organizzatori e partecipanti) hanno aderito una ventina di bambini (tutti figli di immigrati) e 5 adulti italiani desiderosi di conoscere una nuova lingua e una nuova cultura. «è importante che i nostri figli imparino a leggere e scrivere la lingua dei loro genitori. Questi corsi vogliono essere un'opportunità di approfondimento non un momento di tensione. E speriamo dalla prossima lezione di vedere tanti altri bambini di origine italiana con le loro mamme e i loro papà». Fortemente critica la posizione del capogruppo di Forza Italia Michele Colaci: «Rimango dell'idea che ai figli degli immigrati bisognerebbe insegnare la nostra cultura. E non mi sembra rispettoso che queste lezioni si svolgano proprio di domenica». Dichiarazioni che sono state bollate come «inutili polemiche strumentali» dalla maggioranza.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati