Due persone sono state identificate dagli agenti della polizia locale di Rivalta, sospettate di essere andate a farsi tagliare i capelli "clandestinamente" da un parrucchiere. I controlli sono stati fatti a seguito di alcune segnalazioni che indicavano come da un cortile privato si vedessero spesso delle persone uscire con una capigliatura "sospetta". In quel cortile è compreso anche il retro di un barbiere. Una delle persone si sarebbe giustificata dicendo che era andata in quel negozio perchè parente del proprietario. La situazione è monitorata dagli agenti, che stanno intensificando i controlli su tutto il territorio comunale. 

Galleria fotografica

Articoli correlati