Il Piemonte continua ad essere una Regione dove la curva del contagio non scende decisamente come nel resto d'Italia. I dati forniti oggi dall'Unità di crisi fotografano una situazione che per molti era prevista già da qualche giorno: gli attuali contagiati sono 13 mula 783, 120 in più dell'Emilia Romagna che fin dall'inizio dell'emergenza era stata la seconda grande regione in crisi dopo la Lombardia. Il problema però sono il numero di tamponi effettuati. Il PIemonte ne ha realizzati 80 mila 708: non solo dietro a Lombardia, Veneto ed Emilia, ma anche a Toscana e Lazio. Veneto e Lombardia ne hanno fatti tre volte tanti. L'Unità di crisi regionale ha giustificato pochi giorni fa questa abissale differenza con il fatto che le altre regioni avevano laboratori già pronti per avviare uno screening della situazione più approfondito fin da subito. Il problema principale sono le case di riposo: nella zona sud tra Trofarello, Nichelino, Carmagnola e Borgaretto si contano oltre 60 morti. 

Galleria fotografica

Articoli correlati