Un sabato sera di protesta quello dell'Asd Candiolo, la società sportiva che dopo anni ha visto la sua "casa" il Village, assegnato ad un'altra società (il Garino di Vinovo), attraverso un bando che i candiolesi non accettano. I ragazzi biancorossi, il presidente Andrea Loddo, genitori e candiolesi si sono trovati per una manifestazione pacifica all'interno del paese. Tra le vie hanno scandito slogan contro il Comune e di sostegno all'attività della società. Il sindaco Stefano Boccardo ha tentato nelle ore antecedenti di abbassare i toni, rassicurando sul fatto che le attività delle squadre candiolesi non saranno  cancellate con la nuova gestione, prganizzando un incontro aperto per il 30 giugno alle ore 19, dopo il consiglio Comunale, in modo da spiegare a tutti l'andamento della gara di assegnazione. LA commissione ha scelto il GArino per un rilancio nell'affitto annuale di 1500 euro in più del Candiolo.  

Galleria fotografica

Articoli correlati