CORONAVIRUS - Quattro consigli per non diventare pazienti positivi

| L’infezione può decorrere in modo asintomatico oppure può causare un quadro clinico variabile, che va da un semplice raffreddore, a una sindrome simil-influenzale, a una polmonite. La gravità del quadro clinico è condizionata da più fattori

+ Miei preferiti
CORONAVIRUS - Quattro consigli per non diventare pazienti positivi
Il nuovo coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata. La via primaria sono le goccioline del respiro delle persone infette, per esempio tramite la saliva (tossendo e starnutendo), i contatti diretti personali e le mani (per esempio toccando con le mani contaminate, non ancora lavate, bocca, naso o occhi). L’infezione può decorrere in modo asintomatico oppure può causare un quadro clinico variabile, che va da un semplice raffreddore, a una sindrome simil-influenzale, a una polmonite. La gravità del quadro clinico è condizionata dalla presenza di condizioni di fragilità e/o di pregresse patologie cronico-degenerative.    
 
E’ possibile contenere la diffusione del virus adottando le seguenti misure igienico-sanitarie: lavarsi spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica; evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute e comunque evitare abbracci, strette di mano e contatti fisici diretti con ogni persona; starnutire e tossire in un fazzoletto monouso evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie (se non si dispone di un fazzoletto usare la piega del gomito); mantenere in ogni contatto sociale una distanza interpersonale di almeno un metro; evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri; non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol; usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o se si assistono persone malate.
 
Il numero verde sanitario della Regione Piemonte
L’Unità di Crisi della Regione Piemonte sul coronavirus “Covid19” ha istituito il numero verde sanitario 800.19.20.20, attivo 24 ore su 24, a disposizione di tutti i cittadini che abbiano il dubbio di aver contratto il virus. Al telefono risponde personale specializzato, che esegue una sorta di pre-triage e, sulla base di una serie di domande e risposte, indica alla persona cosa fare o dove recarsi per ottenere la risposta assistenziale più appropriata. Il 112 rimane il numero di riferimento per le emergenze sanitarie e altri tipi di emergenze. Per informazioni generiche di carattere sanitario sul Coronavirus e sui comportamenti di prevenzione si rimanda al 1500, numero verde del Ministero della Salute. La Regione Piemonte, inoltre, ha potenziato il numero verde 800.333.444, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 per fornire chiarimenti sulle misure di natura non sanitaria (raggiungibile anche per e-mail scrivendo a 800333444@regione.piemonte.it).
 
Gli interventi messi in atto in presenza di un caso probabile per prevenire il contagio
Per “caso probabile” si intende un caso che risponde ai criteri clinici ed epidemiologici, per il quale è stato eseguito un tampone rino-faringeo che ha dato esito positivo e che necessita ancora di conferma del test da parte dell’Istituto Superiore di Sanità.
Interventi sul soggetto
A seconda della gravità del quadro clinico, il soggetto può essere assistito a domicilio in isolamento con monitoraggio costante da parte del medico curante oppure in ambiente ospedaliero nei reparti appositamente dedicati o in rianimazione nei casi, pochi, che richiedono cure intensive.
Interventi sui contatti stretti
Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie definisce “contatto stretto”:
• una persona che vive nella stessa casa di un caso di Covid-19;
• una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso di Covid-19 (per esempio la stretta di mano);
• una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso di Covid-19 (per esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati);
• una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso di Covid-19, a distanza minore di 2 metri e di durata maggiore a 15 minuti;
• una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (per esempio aula, sala riunioni, sala d'attesa dell'ospedale) con un caso di Covid-19 per almeno 15 minuti, a distanza minore di 2 metri;
• un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta a un caso di Covid-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso di Covid-19 senza l’impiego dei Dispositivi di Protezione Individuali (DPI) raccomandati o mediante l’utilizzo di DPI non idonei;
• una persona che abbia viaggiato seduta in aereo nei due posti adiacenti, in qualsiasi direzione, di un caso di Covid-19, i compagni di viaggio o le persone addette all’assistenza e i membri dell’equipaggio addetti alla sezione dell’aereo dove il caso indice era seduto. 
 
L’identificazione dei contatti stretti attraverso un’indagine epidemiologica, la loro sorveglianza, le indicazioni sui comportamenti da tenere e le informazioni sui mezzi di protezione da utilizzare per limitare la diffusione della malattia sono a carico del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica (SISP) dell’ASL. I contatti stretti sono messi in quarantena al loro domicilio per un periodo di 14 giorni (corrispondente al periodo di incubazione della malattia). Non è indicato il tampone rino-faringeo nei contatti stretti asintomatici. 
Cronaca
TERREMOTO - Scossa sismica avvertita distintamente in tutta la provincia
TERREMOTO - Scossa sismica avvertita distintamente in tutta la provincia
Non ci dovrebbero essere stati danni visibili, ma molta paura per una buona fetta di popolazione che ha sentito l'onda. L'epicentro a Coazze e la magnitudo di 3.4
VIRUS - La Regione spedisce ai comuni una fornitura di mascherine. Moncalieri già pronta
VIRUS - La Regione spedisce ai comuni una fornitura di mascherine. Moncalieri già pronta
Il quantitativo destinato ad ogni Comune è stato stabilito secondo un criterio demografico. Le mascherine sono destinate alle categorie più esposte, ma saranno comunque i Sindaci a regolare la distribuzione.
LA LOGGIA - Nove casi di contagiati e non c'è nessun anziano coinvolto
LA LOGGIA - Nove casi di contagiati e non c
Il caso del piccolo comune dove le persone positive al tampone sono tutti cittadini tra i 20 e i 50 anni. Non hanno, fortunatamente, sintomi gravi, ma restano chiaramente monitorate. Il sindaco Romano: 'Osservate con rigore l'isolamento'
MONCALIERI - Cercano di entrare in casa con la scusa di sanificare: cacciati dai proprietari
MONCALIERI - Cercano di entrare in casa con la scusa di sanificare: cacciati dai proprietari
Attenzione alle truffe che, come sempre, i malviventi mettono in piedi sfruttando situazioni di incertezza e confusione come quelle che si stanno vivendo a causa del virus
ORBASSANO - Nascondeva quasi mezzo chilo di marijuana in casa: arrestato
ORBASSANO - Nascondeva quasi mezzo chilo di marijuana in casa: arrestato
Il 25 enne era stato fermato prima in strada con tre dosi di hashsih. Nella sua camera c'erano decine di pacchetti di erba. E ha tentato di disfarsene buttandola nella spazzatura mentre la madre stava per gettare il sacchetto nel bidone
VIRUS - Dopo gli alimentari, a casa arrivano anche pennarelli, fiori e materiale di ferramenta
VIRUS - Dopo gli alimentari, a casa arrivano anche pennarelli, fiori e materiale di ferramenta
I negozi, dopo il via libera a riaprire il commercio a domicilio anche per le altre categorie merceologiche oltre agli alimentari, si attrezzano. A Rivalta, ad esempio, le cartolerie già portano il materiale ai bambini chiusi in casa
BEINASCO - Nuovo servizio gratuito di spesa a domicilio per gli ultra 65 enni
BEINASCO - Nuovo servizio gratuito di spesa a domicilio per gli ultra 65 enni
il Comune, con la collaborazione della Croce Rossa organizza un servizio basilare per evitare che le persone più a rischio debbano uscire di casa. Una volta a settimana arriveranno i volontari a domicilio. E occhio alle truffe
VINOVO - Il sindaco Guerrini: 'La Prefettura vieta di andare in altri comuni per fare la spesa'
VINOVO - Il sindaco Guerrini:
Nei giorni scorsi era stato precisato che ci si potesse recare anche in città vicine, purchè si comprovasse la maggiore vicinanza del punto vendita dalla propria abitazione. Stop, però a chi abitualmente andava a Nichelino o Moncalier
MONCALIERI - Appello del Comune: 'Servono scatole per portare gli alimentari a casa dai cittadini'
MONCALIERI - Appello del Comune:
Servono, in particolare, pacchi in cartone nei formati (indicativi) 35x35x35; 45x45x45; 50x50x50. Per Info, mail moncalieri.informa@comune.moncalieri.to.it. Telefono 011642238
NICHELINO - L'allarme del sindaco sulla casa di riposo ascoltato dalla Regione: tamponi per tutte le Rsa
NICHELINO - L
L’Unità di Crisi della Regione ha infatti disposto di effettuare il test sierologico a tappeto per tutti i dipendenti e gli ospiti delle oltre 700 case di riposo del Piemonte.
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore