Circa 400 lavoratori, tra La Loggia e Saluzzo, rischiano di rimanere senza impiego per la decisione della proprietà della Mahle, l'azienda impegnata nella produzione pistoni per motori diesel, di chiudere gli stabilimenti siti nei due paesi. L'ufficialità è arrivata questa mattina, 23 ottobre, dopo una riunione all'Unione Industriale di Torino tra la dirigenza e i sindacati. La volontà della proprietà è di delocalizzare la produzione in Polonia, per questioni economiche. Decine i lavoriatori che hanno presidiato via Vela, blcocando la strada fin dal mattino. I sindacati hanno respinto l'ipotesi, avviando la battaglia per difendere i posti di lavoro.

Galleria fotografica

Articoli correlati