Nell’ambito del Progetto “Medusa” e delle operazioni condotte per contrastare il fenomeno delle truffe a danno di persone vulnerabili, nei giorni scorsi è stata effettuata una perquisizione nell’abitazione di G.L. a Nichelino. A casa dell’uomo un trentottenne di etnia sinti, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, gli agenti della Squadra Mobile di Torino hanno trovato due pistole complete di relativo munizionamento.
Entrambe le armi, una Tanfoglio semiautomatica 9x 21 e un revolver a tamburo Smith & Wesson calibro 38 SP sono risultate essere provento di furti in abitazioni nelle province di Varese e Cuneo. L’uomo è stato arrestato per la detenzione delle armi e denunciato in stato di libertà per ricettazione. Nel corso della perquisizione, i poliziotti hanno anche rinvenuto alcuni grammi di
cocaina, motivo per il quale il trentottenne è stato anche sanzionato.

Galleria fotografica

Articoli correlati