Sarebbe scappato per paura il 34enne di Giaveno che i carabinieri hanno arrestato ieri per aver investito e ucciso un 36enne albanese della provincia di Cuneo sulla provinciale 143 che collega Orbassano a Stupinigi. Ai carabinieri che lo hanno interrogato, il 34enne ha detto di essersi fermato a circa trecento metri dal luogo dell'incidente, di essere tornato indietro e di aver visto la persona senza vita ai margini della strada. A quel punto, in preda al panico, anzichè fermarsi a prestare soccorso, il 34enne di Giaveno è fuggito.
 
A tradirlo sono stati i danni riportati dalla sua Golf bianca e alcuni frammenti del mezzo che i carabinieri hanno rinvenuto sul luogo dell'incidente. La fuga del pirata della strada è finita quando i militari dell'Arma hanno individuato la sua auto in una carrozzeria. Quando è stato travolto il 36enne stava attraversando a piedi la strada, priva di illuminazione e strisce pedonali. A causa della nebbia l'automobilista killer non si è accorto del pedone e lo ha investito in pieno. La vittima è morta sul colpo.

Galleria fotografica

Articoli correlati