La morte di Diego Armando Maradona non è un fatto di bandiere. Ogni sportivo ne è rimasto comunque toccato, per una figura che ha segnato anni di sport del nostro paese. A Rivalta c'è un sindaco e c'è un vice tifossisimi del Napoli. Ed è Sergio Muro, il numero due di palazzo civico, che ieri ha voluto ricordare il numero 10 per eccellenza, riservando un pensiero diretto al fuoriclasse: "Avevo 7 anni quando sei arrivato al Napoli. Ricordo la maglietta con la tua faccia che mio papà mi regalò quell'estate, la bandiera del Napoli che sventolava dal balcone, le figure con la tua faccia che valevano oro.
Ma non sei stato solo calcio e vittorie, scudetti e coppe. In quegli anni hai rappresentato un popolo che travalicava i confini campani. Hai incarnato la possibilità di riscatto di chi viveva ai margini, hai fatto vedere al mondo che si possono vincere scudetti e coppe del mondo anche senza giocare nelle big del calcio. Per tante persone questo insegnamento è valso anche nella vita". 

Galleria fotografica

Articoli correlati