Prosegue senza sosta la ricerca della Volkswagen che nella notte tra sabato e domenica ha investito e ucciso un uomo di 36 anni lungo la provinciale 143, all'interno del parco di Stupinigi a Nichelino. L'impatto si è verificato nel punto tra la Palazzina di Caccia e l'incrocio che porta alla frazione di Tetti Valfrè.

La vittima, Franko Gjinaj, 36 anni, originario dell'Albania, residente a Manta in provincia di Cuneo, stava attraversando quando è stato falciato. Era arrivato nel tardo pomeriggio con un amico per passare la serata a Torino. Ora i carabinieri stanno cercando di capire perchè, a quell'ora, si trovasse in mezzo alla strada. L'auto killer, come detto, è una Volkswagen perchè vicino al punto d'impatto i carabinieri hanno trovato il simbolino della casa tedesca, probabilmente saltato dopo l'impatto con il pedone.

Sono stati visionati i filmati delle telecamere installate sulla rotatoria, in prossimità della Palazzina di Caccia, e altri filmati della viabilità della zona saranno scandagliati nelle prossime ore. Il pirata della strada non avrebbe lasciato altre tracce. Il corpo di Franko Gjinaj, che è praticamente morto sul colpo dopo l'impatto con la vettura, è stato portato alle camere mortuarie del cimitero di Nichelino a disposizione della procura.

Galleria fotografica

Articoli correlati