LAVORO - Ex Embraco: «Le buone notizie dopo anni di lotte, sofferenze, preoccupazioni»

| E' la convinzione espressa dal presidente e dall'assessore al Lavoro della Regione Piemonte oltre che dall'arcivescovo di Torino al termine del tavolo con il Ministero per lo Sviluppo economico

+ Miei preferiti
LAVORO - Ex Embraco: «Le buone notizie dopo anni di lotte, sofferenze, preoccupazioni»
Il 15 settembre 2020, per la prima volta da anni, è stato un buon giorno per i lavoratori dell’ex Embraco di Riva di Chieri e per le loro famiglie: è la convinzione espressa dal presidente e dall’assessore al Lavoro della Regione Piemonte al termine del tavolo con il Ministero per lo Sviluppo economico convocato presso la Prefettura di Torino. Il piano messo a punto appare serio, fondato e ben strutturato, con il coinvolgimento di professionalità che hanno già preso parte con successo a salvataggi importanti nel nostro Paese, e tutela la specificità produttiva dello stabilimento, specializzato in compressori per frigoriferi, e di conseguenza le competenze dei suoi lavoratori.
 
Presidente e assessore rilevano che l’Embraco è stata per anni l’emblema di tutto ciò che non dovrebbe accadere in un Paese normale, primo fra tutto la mancanza di una solida politica industriale, fondamentale per il rilancio dell’economia e delle imprese, poiché si è permesso ad un’azienda straniera di prendere soldi pubblici per insediarsi in Italia e poi si è lasciato che si spostasse all’estero, dove la manodopera ha meno costi e meno tutele, dopo aver sottratto ai nostri lavoratori le proprie conoscenze e competenze. Oggi, invece, sono state poste le basi perché l’Embraco diventi un esempio di quello che deve accadere in un Paese normale. E cioè avere le istituzioni unite in sinergia con il mondo privato per raggiungere un obiettivo importante: tutelare il lavoro e il futuro di centinaia di persone. Prima dell’estate avevano chiesto al Governo di arrivare con un progetto chiaro e trasparente, il minimo dovuto a questi 400 lavoratori e alle loro famiglie dopo anni di prese in giro.
 
L’attenzione della Regione su questa vicenda, garantiscono presidente e assessore, rimane altissima: si vigilerà sull’attuazione di questo piano e si metteranno immediatamente a disposizione gli strumenti necessari per la formazione dei lavoratori.
 
Speranzoso anche l'arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia: «È un risultato importante per i lavoratori della ex Embraco. Il mio grazie, dunque, ai sindacati, al sottosegretario allo Sviluppo Economico, alla Sindaca di Torino, alla Regione e agli altri soggetti privati che si sono voluti coinvolgere. Un secondo motivo di apprezzamento consiste nel metodo seguito: finalmente, intorno a un problema che coinvolge l'intero territorio, si vedono riuniti insieme tutti i «protagonisti» della vita del territorio stesso. Mi auguro ora che il progetto presentato sia fattibile e possa dare risultati concreti sia per l'economia del territorio, sia per i lavoratori coinvolti. Credo sia importante che si trovino soluzioni occupazionali dignitose per tutti i dipendenti. In questa prospettiva è indispensabilel’attiva e responsabile presenza del Ministero, che dovrà accompagnare il processo di ripresa del lavoro e la stessa attiva partecipazione dei lavoratori.
 
L'attuale svolta nella vicenda dell'ex Embraco è arrivata dopo anni di lotte, sofferenze, preoccupazioni in cui si sono coinvolti lavoratori conle loro famiglie, enti locali, istituzioni; e dove anche la Chiesa ha fatto la sua parte. Avolte sembrava che tutto fosse risolto quando invece tutto restava in alto mare. Il mio augurio,che vuol essere anche una  precisa richiesta, è che questa volta non ci siano più ripensamenti, intoppi o allungamento dei tempi, ma la volontà da parte di tutti i soggetti coinvolti a fare quello che si è deciso. È importante che, da ora in poi, si attivi una funzione di monitoraggio e verifica in itinere del piano industriale, coinvolgendo le parti sociali per garantire trasparenza e partecipazione».
Politica
ELEZIONI MONCALIERI - MONTAGNA STRAVINCE LE ELEZIONI AL PRIMO TURNO E SI CONFERMA SINDACO
ELEZIONI MONCALIERI - MONTAGNA STRAVINCE LE ELEZIONI AL PRIMO TURNO E SI CONFERMA SINDACO
Mai in partita gli avversari con Pier Bellagamba alfiere del centrodestra e si è fermato a quota 27% è che già nella tarda mattinata aveva chiamato Montagna per congratularsi per la vittoria. Molto più indietro gli altri candidati sindaci
ELEZIONI - Affluenza al 12% per il referendum. Alle amministrative di Moncalieri ha votato il 15% dei residenti
ELEZIONI - Affluenza al 12% per il referendum. Alle amministrative di Moncalieri ha votato il 15% dei residenti
E' di poco superiore al 12% l'affluenza alle urne in Italia per il referendum confermativo. I dati, relativi alla rilevazione delle 12, sono stati comunicati dal Ministero dell'Interno. Tutti i dati Comune per Comune
REFERENDUM - Seggi aperti domenica e lunedi. Vi si accede solo con la mascherina
REFERENDUM - Seggi aperti domenica e lunedi. Vi si accede solo con la mascherina
Oggi al voto per il referendum confermativo sulla riforma del taglio dei parlamentari. I cittadini sono chiamati a esprimersi sul confermare o meno la riforma che prevede un taglio complessivo di 345 parlamentari
ELEZIONI AMMINISTRATIVE - Moncalieri al voto per il nuovo sindaco
ELEZIONI AMMINISTRATIVE - Moncalieri al voto per il nuovo sindaco
Le elezioni avranno luogo oggi, dalle ore 7.00 alle ore 23.00, e lunedì 21 settembre, dalle ore 7.00 alle ore 15.00. L'eventuale turno di ballottaggio domenica 4 e lunedi 5 ottobre
TORINO - La Regione esce dal lockdown: in 1000 tornano in ufficio
TORINO - La Regione esce dal lockdown: in 1000 tornano in ufficio
La Giunta ritiene infatti che la situazione epidemiologica e la riorganizzazione del personale per l’emergenza consentano di ripopolare gli uffici con 100 tra dirigenti e direttori e 900 tra posizioni operative e alte professionalità
TORINO - In arrivo 1,7 milioni per la mobilità sostenibile
TORINO - In arrivo 1,7 milioni per la mobilità sostenibile
Ad usufruire del contributo regionale saranno tutti i soggetti privati residenti in Piemonte o dipendenti di aziende con una unità locale operativa in Piemonte
SCUOLA - Insegnanti di sostegno: in Piemonte due assegnati su 2800 necessari
SCUOLA - Insegnanti di sostegno: in Piemonte due assegnati su 2800 necessari
Studenti con disabilità: in Piemonte resta critica la situazione della dotazione organica, sia per quanto riguarda il personale docente che il personale ausiliario
SCUOLA E COVID - Il Piemonte vince al Tar contro il Ministro Azzolina: resta in vigore l'ordinanza sulla misurazione della febbre
SCUOLA E COVID - Il Piemonte vince al Tar contro il Ministro Azzolina: resta in vigore l
Il Tar non ha accolto la richiesta del Governo di una sospensiva d’urgenza in via monocratica per l’ordinanza della Regione Piemonte che obbliga gli istituti del territorio a verificare che le famiglie misurino ai figli la febbre a casa
ZONA SUD-OVEST - Assembramenti sui bus: da oggi il rinforzo di pullman per evitare disagi agli studenti
ZONA SUD-OVEST - Assembramenti sui bus: da oggi il rinforzo di pullman per evitare disagi agli studenti
Come ha sottolineato l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte la programmazione oraria era stata fatta in base alle indicazioni pervenute dalle scuole stesse considerandola fin da subito "in progress" e suscettibile di variazioni
NICHELINO - L'ex sindaco di Riace, Mimmo Lucano, sabato ospite in città
NICHELINO - L
Sarà in piazza Polesani nel mondo, per conoscere l'esperienza della panificazione solidale portata avanti dalla Comunità Laudato sì di Stupinigi e incontrare i giovani
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore