Caso Embraco, questa mattina in Consiglio Regionale si è svolta la seduta dedicata alla situazione dell'azienda del Chierese, dove lavorano tantissimi dipendenti che risiedono in cintura sud. Si è ottenuta l’estensione degli ammortizzatori sociali fino al 31 dicembre, ma, come ha spiegato il governatore Alberto Cirio: "Per allora deve esserci onestà intellettuale sulla certezza di una soluzione, perché di pacche sulle spalle i lavoratori e le loro famiglie ne hanno già ricevute fin troppe. Ora il rischio è quello di un altro pacco sotto l’albero di Natale, questa volta vuoto però. Dobbiamo pulire la macchia del Piemonte su questa vicenda, in una regione che invece ha tanti imprenditori illuminati e di grande responsabilità sociale. Qui invece c’è stata solo irresponsabilità totale e noi dobbiamo fare in modo che casi del genere non accadano mai più. Per questo, anche in vista dei fondi europei del Pnrr, deve essere chiaro che chi viene in Italia e in Piemonte, e prende risorse pubbliche, deve restarci. Altrimenti le restituisce. E questo va scritto in legge".

Galleria fotografica

Articoli correlati