NICHELINO - Aspre polemiche dopo le parole del vice sindaco D'Aveni alla trasmissione "Piazza Pulita"

| Intervistato l'ex consigliere di Forza Italia Mendolia, su un post a sfondo sessuale scritto due anni fa contro la consigliera regionale Nadia Conticelli. D'Aveni, che passava per caso, ha liquidato il giornalista senza prendere le distanze

+ Miei preferiti
NICHELINO - Aspre polemiche dopo le parole del vice sindaco DAveni alla trasmissione
La campagna elettorale non deve fare prigionieri, si sa. Ma spesso per avere ben chiara una situazione bisognerebbe conoscere a 360 gradi le cose. E le persone. Giovedì sera, alla trasmissione Piazza Pulita de La 7, è andata in onda un'intervista all'ex consigliere di Forza Italia Carmelo Mendolia. Ormai fuori dal giro della politica rappresentativa da cinque anni. Il tema della trasmissione erano gli "haters", quelli che usano Facebook per sputare odio gratis e offendere anche pesantemente con ogni parola che gli passa per la testa. Mendolia aveva scritto un orribile post (ben) due anni fa, contro la consigliera regionale Nadia Conticelli. In pratica augurandole di venire stuprata. Le telecamere della trasmissione hanno chiesto conto a Mendolia che, in evidente imbarazzo, ha chiesto sostanzialmente scusa. A distanza di diverso tempo.

In quel momento passava Filippo D'Aveni, il vice sindaco. Andava in Comune. Mendolia stesso lo ha chiamato, salutandolo "ciao vicesindaco". A quel punto, comprensibilmente, il giornalista ha fatto il suo lavoro, chiedendo a D'Aveni un commento sul post di Mendolia. D'Aveni, una vita spesa tra la politica cittadina e il lavoro, non ama i riflettori. Da sempre. Colto visibilmente di sorpresa ha liquidato l'intervistatore con un rapido "Ognuno la vede come ritiene opportuno". Il giornalista, che non conosce il vicesindaco e la sua allergia alle interviste pubbliche, l'ha incalzato chiedendo come mai non condannasse fermamente il post di Mendolia. 

Da lì è nata una polemica in città, per certi versi stucchevole. Intanto perchè alcuni esponenti del Pd locale (all'opposizione in consiglio comunale e che in questi giorni professano unità con la maggioranza in nome delle elezioni regionali) hanno attaccato D'Aveni chiedendo le sue scuse. Una velata richiesta di dimissioni? Chissà. "Ai maligni" è venuto da pensare che chiedere compattezza riguardi solo alcuni temi, magari legati a rimpasti di giunta a favore di questa o quella persona. Seconda questione: D'Aveni, che dona il suo stipendio da assessore tutti i mesi alle scuole e al volontariato senza sbandierarlo ai quattro venti, ha chiesto scusa attraverso un comunicato stampa, per le parole pronunciate troppo in fretta, ma dettate dall'allergia a comparire in prima pagina. Il suo ruolo pubblico in effetti avrebbe consigliato un briciolo di attenzione in più, per il ruolo che ricopre e per il fatto di trovarsi davanti una trasmissione a livello nazionale. Ma l'occasione fa l'uomo ladro e i leoni da tastiera (ancora una volta, visto il tema della trasmissione) non hanno perso tempo a bollare D'Aveni come una vergogna. Per i rimpasti di giunta c'è ancora tempo.

Cronaca
RIVALTA - I negozianti chiudono alle 18 in solidarietà con i ristoratori
RIVALTA - I negozianti chiudono alle 18 in solidarietà con i ristoratori
Il Comune: "Siamo al fianco del commercio locale, un tassello fondamentale della nostra comunità: un presidio di sicurezza essenziale per molti rivaltesi capace di garantire servizi di prossimità e reti di vicinato"
RIVALTA - Il vaccino anti influenzale somministrato ai pazienti in auto
RIVALTA - Il vaccino anti influenzale somministrato ai pazienti in auto
Sarà il primo caso di vaccinazioni drive-through, letteralmente “guidare attraverso” sperimentato in Italia. I pazienti si presenteranno in piazza in auto e i medici somministreranno il vaccino dal finestrino, abbattendo le liste di attesa
EX EMBRACO - Ancora nessun euro dalla cassa integrazione agli operai
EX EMBRACO - Ancora nessun euro dalla cassa integrazione agli operai
"In un momento così complesso - spiegano i sindacati -, in cui la pandemia mina le certezze di migliaia di lavoratori, non è accettabile che all’accordo sindacale siglato il 13 agosto al ministero del Lavoro non sia stato dato seguito"
MONCALIERI - Allarme covid negli ospedali: Santa Croce saturo, trasferiti pazienti covid a Chieri e Carmagnola
MONCALIERI - Allarme covid negli ospedali: Santa Croce saturo, trasferiti pazienti covid a Chieri e Carmagnola
I comitati di Croce Rossa della zona sono stati allertati per portare persone che abbisognano di posti letto nelle altre due strutture della Asl To 5. I reparti sono saturi.
ORBASSANO - San Luigi attiva il piano di emergenza covid: stop ai ricoveri se non oncologici
ORBASSANO - San Luigi attiva il piano di emergenza covid: stop ai ricoveri se non oncologici
Vengono mantenute le prestazioni specialistiche afferenti alla classe di priorità U/B. Alcuni reparti sono stati riconvertiti in aree covid: come geriatria e lo spazio dell'ex pronto soccorso.
BEINASCO - Ufficialmente consegnati i lavori alla nuova ditta per la variante di Borgaretto
BEINASCO - Ufficialmente consegnati i lavori alla nuova ditta per la variante di Borgaretto
La prima attività che comunque dovrà essere svolta è, purtroppo, la rimozione e lo smaltimento dei numerosi rifiuti che sono stati abbandonati lungo il tracciato e di cui ancora non si conosce l’esatta entità.
NICHELINO - Teatri chiusi? Il Superga si 'ribella' e trasmette in streaming
NICHELINO - Teatri chiusi? Il Superga si
Si trasmetterà gratuitamente in streaming su piattaforma Zoom dedicata, direttamente dal palco del teatro di Nichelino, il primo appuntamento della stagione che verrà messo in scena proprio all'interno del teatro.
CAOS TAMPONI - L'ASl To 5 sul disastro di ieri a Chieri: 'Guasto informatico ha rallentato le operazioni'
CAOS TAMPONI - L
Stop a chi arriva al punto tamponi senza aver prima fatto un passaggio dal proprio medico curante oppure se non è chiamato dall'Asl stessa per un test di controllo. Nessun accenno ad un potenziamento del servizio.
CARMAGNOLA - L'ira del sindaco sulla chiusura del pronto soccorso: 'Profonda amarezza'
CARMAGNOLA - L
Nelle ore seguenti la decisione dell'Unità di crisi e dei medici del Dirmei (dipartimento malattie infettive), in Comune sono volati gli stracci. E dire che era stata proprio la Regione, stessa bandiera politica, a rassicurare
CARMAGNOLA - Chiuso 24 ore il pronto soccorso del San Lorenzo
CARMAGNOLA - Chiuso 24 ore il pronto soccorso del San Lorenzo
Dopo le rassicurazioni politiche in Regione, arriva la decisione dell'Unità di crisi e del dipartimento per le malattie infettive, che interrompono il servizio per la trasformazione dell'ospedale in presidio Covid
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore