L'ospedale San Luigi respira. In linea con la diminuzione degli accessi Covid positivi, da domenica 19 aprile l’Oncologia medica ha ripreso la normale attività con 24 posti letto disponibili, che non saranno più compresi in quelli dedicati a pazienti positivial virus. Un segno che la pressione sulla struttura ospedaliera sta diminuendo, così come certificato anche dal numero dei ricoverati. Anche l'accesso al pronto soccorso e i pazienti che necessitano della terapia semi intensiva sono in rallentamento. La struttura Recupero e Riabilitazione garantirà il percorso riabilitativo ai pazienti che ne necessitano, anche mediante percorsi esterni, mentre la cosiddetta "rianimazione 3", ricavata da alcune sale operatorie, non è più utilizzata e le stesse sono riconvertite in rianimazione non covid garantendo così l’incremento delle sedute operatorie.

Galleria fotografica

Articoli correlati