PIOSSASCO - Teknoservice: Sul caso del dipendente licenziato abbiamo fatto tutto il possibile

| L'azienda replica alle accuse di aver licenziato Franco Minutiello a causa del Parkinson: "Gli abbiamo chiesto di sottoporsi per ben due volte a visite mediche dettagliate per capire dove poterlo reinserire, ma si è rifiutato"

+ Miei preferiti
PIOSSASCO - Teknoservice: Sul caso del dipendente licenziato abbiamo fatto tutto il possibile
Sulla vicenda del licenziamento di Franco Minutiello da Teknoservice, dopo che il dipendente aveva contratto il parkimson, l'azienda di Piossasco rompe il silenzio e decide di dire la sua, dopo il forte eco mediatico che ha avuto la notizia. E lo fa attraverso una nota articolata, in cui spiega che il licenziamento non è stato deciso senza prima aver tentato tutte le vie disponibili, chiedendo anche la disponibilità del dipendente.

"Il signor Minutiello - si legge nella nota aziendale -, ha sempre goduto, nell’ambito delle prestazioni lavorative, la stima della ditta. Il rapporto lavorativo si è svolto nel rispetto reciproco. Nessuna discussione è mai sorta tra le parti. Purtroppo, il lavoratore è stato gravemente colpito da una patologia invalidante. L’azienda, considerando le difficoltà riscontrate a causa di tale patologia, si è impegnata per molti mesi, come di norma in questi casi, a trovare una nuova mansione idonea alle esigenze che Minutiello avrebbe potuto necessitare. Il medico competente lo dichiarò tuttavia inidoneo alle mansioni alternative sperimentate. Con lo scopo di evitare di mettere a rischio la sua salute e quella dei suoi colleghi, che con lo stesso avrebbero dovuto collaborare, fu richiesto a Minutiello di sottoporsi ad una visita medica presso un ente terzo super partes, al fine di identificare quali mansioni potesse effettivamente svolgere il lavoratore. Quest’ultimo tuttavia ritenne di non presentarsi mai a tali visite, mettendo in evidente difficoltà l’azienda e costringendola alla risoluzione del rapporto di lavoro. Successivamente le parti vennero chiamate per esperire un tentativo di conciliazione. Il signor Minutiello venne convocato dal Presidente conciliatore per ben due volte ma anche in tali occasioni egli non si presentò a nessuna delle convocazioni e addirittura, durante la seconda, sebbene sollecitato telefonicamente dal conciliatore stesso ad intervenire personalmente, egli si rifiutò, riferendo di essere stato «consigliato» in tal senso. Gli stessi personaggi, tutti conosciuti, che consigliarono al signor Minutiello di non conciliare con l’azienda, colsero l’occasione di tale spiacevole situazione del lavoratore per provocare una campagna stampa capillare contro Teknoservice".

Sul reintegro di Minutiello e il pagamento degli arretrati, decisi dal tribunale di Ivrea, Teknoservice spiega:

"Riteniamo ingiusto tale provvedimento. E’ in netto contrasto con il principio di contemperamento di due diritti costituzionalmente garantiti: da una parte il diritto al lavoro e alla salute, dall’altra il principio della libertà di impresa e di organizzazione da parte dell’imprenditore. Ciò nonostante, prima di procedere nei termini di legge all’opposizione verso la sentenza, la direzione di Teknoservice ha presentato telefonicamente all’avvocato di Minutiello una soluzione percorribile favorevole ad entrambi le parti con il reinserimento in azienda dello stesso dipendente. A tale proposta, l’avvocato rispose con una controproposta da parte nostra inaccettabile perché non prendeva minimamente in considerazione le esigenze dell’azienda stessa. E’ quindi evidente che Teknoservice non ha mai avuto atteggiamenti ostativi ad una soluzione bonaria della controversia, cercando una soluzione costruttiva per entrambe le parti. Ribadiamo la nostra disponibilità a favorire l’ingresso di Franco Minutiello alle condizioni già esposte, invitandolo a sottoporsi ad una visita da un ente medico terzo e super partes per valutare le condizioni odierne di salute e identificare una mansione che metta al sicuro il dipendente e l’azienda dai rischi derivanti dall’esercizio dell’attività lavorativa".

Cronaca
TANGENZIALE BLOCCATA - Un incidente ha creato code fino a Stupinigi
TANGENZIALE BLOCCATA - Un incidente ha creato code fino a Stupinigi
Carreggiata paralizzata per chi deve viaggiare verso Milano, nel pomeriggio di oggi, 15 febbraio. Un tamponamento, che ha coinvolto almeno otto vetture, ha costretto la polstrada a chiudere due corsie
NICHELINO - A Mondojuve la solidarietà per sostenere la Croce Rossa
NICHELINO - A Mondojuve la solidarietà per sostenere la Croce Rossa
Due fine settimana per sostenere la campagna nazionale di raccolta fondi “I Centri Commerciali d’Italia per la Croce Rossa”. Domenica 17 e 24 febbraio 2019. I ricavati andranno per sostenere i comitati locali
ORBASSANO - Sfondano il cancello della ditta: rubano rame e un furgone
ORBASSANO - Sfondano il cancello della ditta: rubano rame e un furgone
Ladri in azione in un'azienda al confine con Piossasco: i malviventi puntavano all'oro rosso e probabilmente per trasportarlo via è stato usato il furgone che era all'interno del cortile. Danni da quantificare
MONCALIERI - Morto il giovane gravemente ferito nell'incidente di martedì notte
MONCALIERI - Morto il giovane gravemente ferito nell
Era rimasto coinvolto, assieme a due suoi amici, nello schianto della loro Panda contro un palo della luce in viale Rimembranza, a pochi metri dall'incrocio con via Petrarca. Troppo gravi le fratture subite
MONCALIERI - Tre ginecologi del Santa Croce indagati per la morte di una donna
MONCALIERI - Tre ginecologi del Santa Croce indagati per la morte di una donna
Sara Festa, di Chieri aveva partorito una figlia morta e dieci giorni dopo era deceduta dopo essere stata ricoverata alle Molinette. L'ipotesi è di duplice omicidio colposo.
CARMAGNOLA - Frazioni senza negozi: il Comune lavora ad un bando
CARMAGNOLA - Frazioni senza negozi: il Comune lavora ad un bando
Con eventuali fondi, palazzo civico ha intenzione di migliorare le infrastrutture di zone come Casanova, Tunitetti o San Michele, per agevolare l’insediamento di nuove realtà commerciali.
ORBASSANO - Rubano un tir all'interporto: ritrovato poche ore dopo in strada del Portone
ORBASSANO - Rubano un tir all
Il fatto accaduto un paio di notti fa, davanti il parcheggio di un'azienda. Il camionista ha subito chiamato i carabinieri che hanno avviato le ricerche, ritrovando il camion con alcuni danni.
NICHELINO - Violento tamponamento in via Nenni: due feriti
NICHELINO - Violento tamponamento in via Nenni: due feriti
Il fatto è capitato nella mattinata di oggi, 14 febbraio. Coinvolte una Punto ed una Renault. La circolazione ha subito notevoli disagi, la pattuglia della polizia municipale ha dovuto fare un senso unico alternato per diversi minuti
ORBASSANO - Aveva addosso due etti di hashish e palline di coca: arrestato
ORBASSANO - Aveva addosso due etti di hashish e palline di coca: arrestato
I carabinieri lo hanno sorpreso mentre stava per smerciare droga ai clienti abituali di Orbassano e dintorni. Sequestrati anche circa 300 euro provenienti dallo spaccio e un telefono cellulare
MONCALIERI - L'area ecologica è una discarica e la Borgata scrive all'ufficio d'igiene
MONCALIERI - L
Il direttivo ha inviato una lettera al dipartimento dell'ASl per denunciare una situazione che ha portato anche alla proliferazione di topi. In passato ci sono stati anche alcuni esposti, che hanno lasciato la maleducazione immutata
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore