PIOSSASCO - Teknoservice: Sul caso del dipendente licenziato abbiamo fatto tutto il possibile

| L'azienda replica alle accuse di aver licenziato Franco Minutiello a causa del Parkinson: "Gli abbiamo chiesto di sottoporsi per ben due volte a visite mediche dettagliate per capire dove poterlo reinserire, ma si è rifiutato"

+ Miei preferiti
PIOSSASCO - Teknoservice: Sul caso del dipendente licenziato abbiamo fatto tutto il possibile
Sulla vicenda del licenziamento di Franco Minutiello da Teknoservice, dopo che il dipendente aveva contratto il parkimson, l'azienda di Piossasco rompe il silenzio e decide di dire la sua, dopo il forte eco mediatico che ha avuto la notizia. E lo fa attraverso una nota articolata, in cui spiega che il licenziamento non è stato deciso senza prima aver tentato tutte le vie disponibili, chiedendo anche la disponibilità del dipendente.

"Il signor Minutiello - si legge nella nota aziendale -, ha sempre goduto, nell’ambito delle prestazioni lavorative, la stima della ditta. Il rapporto lavorativo si è svolto nel rispetto reciproco. Nessuna discussione è mai sorta tra le parti. Purtroppo, il lavoratore è stato gravemente colpito da una patologia invalidante. L’azienda, considerando le difficoltà riscontrate a causa di tale patologia, si è impegnata per molti mesi, come di norma in questi casi, a trovare una nuova mansione idonea alle esigenze che Minutiello avrebbe potuto necessitare. Il medico competente lo dichiarò tuttavia inidoneo alle mansioni alternative sperimentate. Con lo scopo di evitare di mettere a rischio la sua salute e quella dei suoi colleghi, che con lo stesso avrebbero dovuto collaborare, fu richiesto a Minutiello di sottoporsi ad una visita medica presso un ente terzo super partes, al fine di identificare quali mansioni potesse effettivamente svolgere il lavoratore. Quest’ultimo tuttavia ritenne di non presentarsi mai a tali visite, mettendo in evidente difficoltà l’azienda e costringendola alla risoluzione del rapporto di lavoro. Successivamente le parti vennero chiamate per esperire un tentativo di conciliazione. Il signor Minutiello venne convocato dal Presidente conciliatore per ben due volte ma anche in tali occasioni egli non si presentò a nessuna delle convocazioni e addirittura, durante la seconda, sebbene sollecitato telefonicamente dal conciliatore stesso ad intervenire personalmente, egli si rifiutò, riferendo di essere stato «consigliato» in tal senso. Gli stessi personaggi, tutti conosciuti, che consigliarono al signor Minutiello di non conciliare con l’azienda, colsero l’occasione di tale spiacevole situazione del lavoratore per provocare una campagna stampa capillare contro Teknoservice".

Sul reintegro di Minutiello e il pagamento degli arretrati, decisi dal tribunale di Ivrea, Teknoservice spiega:

"Riteniamo ingiusto tale provvedimento. E’ in netto contrasto con il principio di contemperamento di due diritti costituzionalmente garantiti: da una parte il diritto al lavoro e alla salute, dall’altra il principio della libertà di impresa e di organizzazione da parte dell’imprenditore. Ciò nonostante, prima di procedere nei termini di legge all’opposizione verso la sentenza, la direzione di Teknoservice ha presentato telefonicamente all’avvocato di Minutiello una soluzione percorribile favorevole ad entrambi le parti con il reinserimento in azienda dello stesso dipendente. A tale proposta, l’avvocato rispose con una controproposta da parte nostra inaccettabile perché non prendeva minimamente in considerazione le esigenze dell’azienda stessa. E’ quindi evidente che Teknoservice non ha mai avuto atteggiamenti ostativi ad una soluzione bonaria della controversia, cercando una soluzione costruttiva per entrambe le parti. Ribadiamo la nostra disponibilità a favorire l’ingresso di Franco Minutiello alle condizioni già esposte, invitandolo a sottoporsi ad una visita da un ente medico terzo e super partes per valutare le condizioni odierne di salute e identificare una mansione che metta al sicuro il dipendente e l’azienda dai rischi derivanti dall’esercizio dell’attività lavorativa".

Cronaca
VINOVO - Incidente in circonvallazione: ciclista travolto e trasportato al Cto
VINOVO - Incidente in circonvallazione: ciclista travolto e trasportato al Cto
Paura all'incrocio con via San Desiderio intorno all'ora di pranzo. Per circostanze ancora al vaglio della polizia municipale, la bicicletta è stata urtata da un furgone. L'elisoccorso ha portato in ospedale il ciclista
NICHELINO - Ciclista in ospedale dopo un incidente con una Panda
NICHELINO - Ciclista in ospedale dopo un incidente con una Panda
E' successo questa mattina, 18 ottobre, intorno alle 8 tra via Ponchielli e viale Primo Maggio, vicino alla piazza del mercato. La polizia municipale sta ricostruendo i fatti: la donna è stata portata in ospedale in condizioni serie
MONCALIERI - Scarcerato dopo il processo non sa dove andare e cerca di dormire in caserma dei carabinieri
MONCALIERI - Scarcerato dopo il processo non sa dove andare e cerca di dormire in caserma dei carabinieri
Era arrivato dalla Romania da meno di 10 giorni e non parlava praticamente nulla di italiano. Senza un soldo ha tentato un furto in un negozio di Moncalieri, venendo però catturato dai carabinieri. Liberato, cercava un riparo sicuro
PIOSSASCO - Al cimitero arrivano anche i ladri di peperoncini
PIOSSASCO - Al cimitero arrivano anche i ladri di peperoncini
La denuncia di una donna attraverso i social network: "Messi sulla tomba di mio padre per un preciso significato. vergogna. E per di più non erano commestibili".
MONCALIERI - I ragazzi del Majorana ridipingono il muro di via Petrarca
MONCALIERI - I ragazzi del Majorana ridipingono il muro di via Petrarca
E' il nuovo progetto di MoncalieriGiovane che coinvolge i ragazzi del Liceo e che nei prossimi mesi interesserà diversi spazi della città di Moncalieri, riqualificati grazie all'opera volontaria degli studenti.
MONCALIERI - La sede della polizia municipale di Santa Maria, deposito di biciclette rotte
MONCALIERI - La sede della polizia municipale di Santa Maria, deposito di biciclette rotte
Sono le Obike, i veicoli a pedali affittabili tramite app dal telefonino. Gli agenti ne recuperano ogni giorno, la maggior parte vandalizzate. Ma non si sa cosa farne, visto che l'azienda non risponde più al telefono
MONCALIERI - Due nomadi sinti denunciati per minacce dai carabinieri
MONCALIERI - Due nomadi sinti denunciati per minacce dai carabinieri
Avevano tentato di riprendersi un prestito dato ad un terzo uomo di diverse migliaia di euro. Sarebbero volate parole grosse, fino all'intervento dell'Arma
BEINASCO - Spacciatore di marijuana denunciato di carabinieri
BEINASCO - Spacciatore di marijuana denunciato di carabinieri
I carabinieri lo hanno sorpreso all'interno di un'area pubblica con 16 grammi di stupefacenti, pronti per essere venduti, ed un bilancino. Il materiale è stato prontamente sequestrato dai militari
CARMAGNOLA - Rapinano la Bcc di via Dante con un taglierino
CARMAGNOLA - Rapinano la Bcc di via Dante con un taglierino
Il fatto è successo questa mattina, 17 ottobre. I malviventi si sono avvicinati alle casse in orario di apertura e hanno portato via il contenuto del cassetto di fronte al dipendente. La maggior parte del bottino in monete
TROFARELLO - Ponte di Valle Sauglio rischia il crollo: chiuso al traffico
TROFARELLO - Ponte di Valle Sauglio rischia il crollo: chiuso al traffico
Con un'ordinanza pubblicata ieri sera, il sindaco Visca ha interdetto l'accesso da via Umberto I su via XXV Aprile, dove c'è il ponte sul rio Sauglio. I muri di contenimento su cui sono stati fatti gli allargamenti passati stanno cedendo
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore