Le rubano la borsa in auto, intercettando le frequenze del telecomando elettronico di chiusura, ma la ritrova dai vigili qualche giorno dopo grazie alla coscienza civica di una cittadina. Dopo averla vista in un angolo della strada, l'ha riportata in comando della polizia locale. E' successo pochi giorni fa a Rivalta. La vittima del furto aveva parcheggiato vicino alla scuola Calvino, lasciando la borsa all'interno dell'auto. I malviventi devono averla seguita e quando lei ha tentato di chiudere l'auto, le frequenze del telecomando elettronico sono state intercettate da un marchingegno che ne interrompe la funzionalità. Una prassi più comune di quanto si pensi nel mondo criminale. Risultato, si pensa che l'auto sia chiusa e invece non lo è. Così i ladri hanno potuto aprire comodamente l'auto e portare via la borsa. Al ritorno, la donna ha capito di essere stata derubata e ha presentato denuncia. Per fortuna che un'altra cittadina aveva letto l'appello su Facebook della vittima e quando ha notato una borsa simile, nei giorni seguenti in un angolo di strada, l'ha presa e portata in comando dai vigili urbani. 

Galleria fotografica

Articoli correlati