Tornano in azione i truffatori che si spacciano per dipendenti Smat ed entrano nelle case per rubare soldi e preziosi. L'ultimo caso è stato registrato a Bruino, pochi giorni fa in via Monviso. Vittime due pensionati, che avevano aperto la porta a quei balordi che li avevano convinti a fare un controllo al loro impianto idrico. Lo schema, purtroppo, è stato sempre il solito: una volta riusciti a farsi aprire la porta hanno distratto i due proprietari e con abilità sono riusciti a far tirare fuori dai cassetti soldi e preziosi. Un gesto fulimineo e il bottino era già nelle tasche dei malviventi, che poi sono scappati. A quel punto non è rimasto altro da fare che chiamare i carabinieri.

Galleria fotografica

Articoli correlati