Arresto non convalidato e liberazione immediata. Il gip Elena Rocci ha sciolto la riserva e ha ordinato la scarcerazione del cittadino nigeriano accusato di aver stuprato una ragazza rom di 17 anni nel centro di Rivalta. Secondo il giudice il racconto dell'indagato, che ha ammesso di aver consumato con la parte offesa un rapporto sessuale a pagamento, non appare fantasioso. Mentre la versione della vittima è risultata contraddittoria. Molto hanno pesato anche le parole della madre della ragazza che agli inquirenti ha riferito che già in passato la 17enne aveva raccontato ai famigliari di aver subito fantomatiche violenze sessuali. Le indagini comunque vanno avanti e l'incertezza resta, alla luce delle versioni diametralmente opposte, ma non ci sono gli elementi necessari per integrare i gravi indizi di colpevolezza necessari per applicare la custodia cautelare in carcere.

 

Galleria fotografica

Articoli correlati