La protezione civile di Candiolo si pende cura delle tombe nel cimitero chiuso al pubblico. Per evitare che piante e fiori rischiassero di appassire con il caldo degli ultimi giorni, nel fine settimana appena passato i volontari sono entrati nel campo santi e hanno innaffiato i doni floreali dei parenti di chi non c'è più, oltre che dare un asistemata generale. Il Comune ha anche fatto intervenire la ditta che segue le manutenzioni delle aree verdi, per dare una sistemata all'interno.

"Credo che il gesto della protezione civile sia stato veramente nobile - dice il sindaco, Stefano Boccardo -, Tutti noi abbiamo delle persone care che ci hanno lasciato, alcuni addirittura non hanno potuto neppure accompagnarle durante il funerale. Sapere che qualcuno si adopera a mantenere il luogo in maniera decorosa è sicuramente motivo di gratitudine".

Galleria fotografica

Articoli correlati