Dimissioni e pensione a partire dal 1 febbraio 2021. Antonio Pastorelli, il funzionario del Comune di Nichelino arrestato dalla guardia di finanza con l'accusa di aver intascato mazzette per aver favorito una ditta nel periodo covid che doveva adoperarsi per effettuare sanificazioni per gli spazi comunali, non è più ufficialmente un dipendente di palazzo civico. Secondo la determina 1076 del 21/08/2020 del comparto Risorse Umane del Comune, Pastorelli ha presentato il 30 luglio scorso le dimissioni e la contestuale domanda per chiedere l'aggancio alla pensione. Entrambe le richieste sono state accettate. Pastorelli va in pensione con oltre 40 anni di servizio. 

Galleria fotografica

Articoli correlati