Una lite familiare che sembrava sull'orlo di degenerare ma quando è arrivata la pattuglia, i carabinieri hanno visto che non si trattava nulla di quanto raccontato poco prima al telefono e hanno denunciato la coppia per procurato allarme. Il fatto è successo la notte scorsa in via Santhià, a Nichelino. La donna ha chiamato il 112 dicendo che il marito aveva un coltello in mano e la stava minacciando. I militari si sono fiondati all'abitazione dei due, constatando però che erano entrambi ubriachi. Non c'era nessuna minaccia e nessun coltello pronto ad uccidere. E così, i militari, non hanno potuto fare altro che denunciarli. 

Galleria fotografica

Articoli correlati