Sono 154 (e di questi 11 di Orbassano) gli studenti degli istituti superiori piemontesi vincitori della 37esima edizione del concorso «Diventiamo cittadini europei» bandito dal Consiglio regionale tramite la Consulta europea, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e l’Ufficio del Parlamento europeo a Milano. «L'emergenza sanitaria - sottolinea il vicepresidente Francesco Graglia, delegato alla Consulta - non ha fermato un'iniziativa tra le più longeve nella storia del Consiglio, un concorso sempre attuale e ancorato a temi sociali e politici sentiti e dibattuti come quelli scelti per questa edizione, l'intervento dell’Unione ai tempi della pandemia e la Brexit».

«Dopo un anno e mezzo molto difficile anche per il mondo della scuola - ha aggiunto Michele Mosca, l’altro consigliere delegato alla Consulta - dobbiamo guardare con ottimismo al futuro, confidando in una ripresa della normalità. L’auspicio è di poter presto riproporre i viaggi studio legati al concorso nelle città europee sede delle istituzioni europee e di coinvolgere sempre più giovani in un’iniziativa formativa importante per la costruzione di una cittadinanza attiva».

I vincitori del concorso, che ha appunto l’obiettivo di formare i giovani sui temi della cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica all’Unione, provengono da 21 istituti superiori piemontesi: 10 di Torino e provincia, 4 di Alessandria, 3 di Cuneo 1 rispettivamente per le province di Asti, Novara, Vercelli e Vco. Gli studenti saranno omaggiati dell’abbonamento Musei Young, mentre a ciascun istituto andrà un contributo economico utilizzabile per l’acquisto di materiale didattico.

A Orbassano gli undici vincitori fanno parte dell'istituo Amaldi-Sraffa e sono: Giorgia Guastella, Giulia Tavano, Youssef Moustahy, Alessandro Grungo, Francesco Aieta, Silvia Pisani, Samuel Cirillo, Elisabetta Picchirallo, Francesca Desiree Campagna, Giulia Masala, Aurora De Risi.

Galleria fotografica

Articoli correlati