RIVALTA - La centrale elettrica fa paura: i Comuni chiedono la VIA

| «Il progetto della società Snowstorm srl che prevede la ricostruzione di una centrale elettrica a Tetti Francesi va sottoposto alla Valutazione di Impatto Ambientale»

+ Miei preferiti
RIVALTA - La centrale elettrica fa paura: i Comuni chiedono la VIA
Il progetto della società Snowstorm srl che prevede la ricostruzione di una centrale elettrica a Tetti Francesi nell’ex area dello stabilimento Fiat va sottoposto a procedura di Valutazione di Impatto Ambientale, in modo da valutare le ricadute in ambito territoriale connesse alla costruzione e al successivo esercizio dell’impianto e al reale fabbisogno energetico del nostro territorio. È questa la posizione che i Comuni di Rivalta di Torino, Piossasco e Volvera intendono sostenere il 15 gennaio prossimo nella Conferenza dei Servizi convocata dalla Regione Piemonte.

In quella sede i tre Comuni di presenteranno alcune osservazioni e chiederanno che vengano chiarite alcune criticità. Il progetto della Snowstorm srl presentato come ricostruzione si configura in realtà come costruzione di una nuova centrale, che avrà una potenza complessiva maggiore di quella del vecchio impianto, funzionale alle esigenze energetiche dello stabilimento Fiat, ormai dismesso da più di dieci anni. Cessate le esigenze dello stabilimento, non è chiaro a che cosa e a chi possa servire oggi una nuova centrale elettrica in zona.

«L’area indicata per l’eventuale realizzazione del nuovo impianto, poi, è prossima alle zone residenziali di Gerbole di Volvera, di Tetti Pereno e del centro Laura Vicuna di Rivalta e di Regione Tetti Scaglia di Piossasco. Nello stesso sito, negli anni 1996-1997 era già stata realizzata una centrale termoelettrica di cogenerazione da “Fiat Ser.ene” (in seguito “BG Italia Power” e Snowstorm”) e tale impianto aveva creato seri problemi di inquinamento acustico, solo in parte superati grazie ai lavori di insonorizzazione dell’edificio realizzati nel corso del 1999. Peraltro, le campagne di monitoraggio effettuate da Arpa Piemonte negli anni 1998, 1999, 2003, 2011 e 2012 hanno evidenziato che la rumorosità prodotta dalla centrale era causa di una variazione apprezzabile del clima acustico dell’area».

Come se non bastasse, nel corso degli ultimi anni il carico ambientale della zona interessata dalla possibile realizzazione dell’impianto è notevolmente aumentato a seguito dell’apertura del casello di Beinasco e dalla messa in funzione del termovalorizzatore del Gerbido. «L’area in questione, poi, non è urbanisticamente idonea a ospitare un impianto di questo tipo, come specificato dall’attuale Piano Regolatore. Nella zona è anche attualmente in corso una indagine ambientale ancora oggetto di approfondimento da parte di Arpa Piemonte e Città Metropolitana di Torino per valutare l’eventuale presenza di inquinanti nei terreni e nelle acque.

La nuova centrale avrebbe anche un forte impatto sul paesaggio. Il progetto prevede infatti la costruzione di quattro camini alti trenta metri e visibili da grande distanza, con effetti sul paesaggio agricolo rivaltase, sulle viste verso l’arco alpino, il Monte San Giorgio, la collina morenica e le sponde fluviali del Sangone».

Politica
TORINO SUD - Domani sciopero degli autisti Gtt: sospeso il blocco dei veicoli Euro 4 diesel
TORINO SUD - Domani sciopero degli autisti Gtt: sospeso il blocco dei veicoli Euro 4 diesel
Bus fermi dalle 18 alle 22 di venerdì 7 dicembre. Stop ai treni Gtt dalle 17.30 alle 21.30. Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull'operatività dei Centri di Servizi al Cliente della Gtt
TROFARELLO - Ferrovia Gtt scadente: i sindaci protestano a Torino
TROFARELLO - Ferrovia Gtt scadente: i sindaci protestano a Torino
«I ritardi del servizio - hanno denunciato - sono insostenibili per i viaggiatori, con treni fermi per 57 minuti e passeggeri praticamente sequestrati dentro ai vagoni»
MONCALIERI - Invasione di piccioni: il Comune arruola i falchi per cacciare i pennuti fastidiosi
MONCALIERI - Invasione di piccioni: il Comune arruola i falchi per cacciare i pennuti fastidiosi
Sarà una «battaglia» (ideale) falchi contro piccioni a Moncalieri: il sindaco Paolo Montagna ha varato un'ordinanza per avviare un servizio sperimentale già testato l'anno scorso, sempre per lo stesso problema
EMERGENZE - Da dicembre entra in vigore il nuovo sistema di allerta meteo
EMERGENZE - Da dicembre entra in vigore il nuovo sistema di allerta meteo
Il nuovo sistema ha reso necessaria una integrazione al Piano di emergenza della Città metropolitana, che è stata approvata dal Consiglio provinciale nella seduta del 28 novembre
RIVALTA - Riconoscimento per l'Eccellenza Artigiana a due imprese cittadine
RIVALTA - Riconoscimento per l
Sono 60 le nuove imprese, 29 del comparto alimentare e 31 del manifatturiero, che possono esporre il marchio «Piemonte Eccellenza Artigiana»”. Su base provinciale, 29 sono di Torino
MONCALIERI - Il sindaco Paolo Montagna registra la figlia di una coppia omosessuale
MONCALIERI - Il sindaco Paolo Montagna registra la figlia di una coppia omosessuale
«Questa mattina ho incontrato una giovane coppia di donne moncalieresi, già unite in unione civile, per aiutarle a completare il processo di riconoscimento della loro bambina. Ho scelto di rispondere positivamente alla loro richiesta»
ORBASSANO - Linea 2 della metropolitana: definito il tracciato
ORBASSANO - Linea 2 della metropolitana: definito il tracciato
Trentatre fermate lungo un tracciato di 26 chilometri e mezzo: il percorso della futura linea 2 si snoderà tra le stazioni Anselmetti e Rebaudengo, per allungarsi a sud ovest fino a Orbassano
PIOSSASCO - Licenziato perché ha il Parkinson: ora l'azienda lo riassume
PIOSSASCO - Licenziato perché ha il Parkinson: ora l
Con qualche mese di ritardo rispetto alla sentenza del tribunale di Ivrea, domattina Franco Minutiello, il 60enne operaio della Teknoservice tornerà al lavoro a Castellamonte
MALTEMPO - Dopo le pioggia arrivano le «voragini» sulle strade: massima prudenza
MALTEMPO - Dopo le pioggia arrivano le «voragini» sulle strade: massima prudenza
Un problema di sicurezza che riguarda in maniera trasversale gli utenti della strada e gli enti locali alle prese, da anni, con enormi tagli alle risorse utili per la manutenzione
VINOVO - Il comune investe 879mila euro in opere pubbliche
VINOVO - Il comune investe 879mila euro in opere pubbliche
Con l'avanzo di amministrazione verrà finanziata la riqualificazione del suo patrimonio immobiliare, ma anche aree verdi, l'abbattimento delle barriere architettoniche e la pavimentazione del cimitero
Le news di Moncalieri, Nichelino e cintura le trovi su TorinoSud.it
Le notizie di Moncalieri, Nichelino e Torino Sud le trovi su TorinoSud.it
Cronaca, politica, sport, musica e tempo libero: Torino Sud in tempo reale!
TorinoSud è un supplemento telematico di QuotidianoCanavese, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Ivrea, registrazione 1/2015

Chi siamo - Contatti - Per la tua pubblicità
Editore